Principi tossici termolabili

Sono veleni termolabili, cioè eliminabili col calore; tale risultato si ottiene quando la temperatura raggiunge i 70 °C circa.

Siamo in presenza di principi tossici la cui intensità è molto variabile e quindi il grado di disturbo causato è anch'esso soggetto a variazioni notevoli; la pericolosità è però relativa essendo sufficiente una cottura completa (minimo 15 minuti) per scongiurare pericoli.

 

sintomi gastrointestinali: nausea, vomito, diarrea, crampi, che però possono divenire gravi ed associarsi a sintomi della emolisi: (sudorazione, ipotensione, oligo-anuria, shock)

 

Tra i funghi che sono portatori di tali principi ricordiamo:  Amanita rubescens, le Amanita del gruppo vaginata (sottogenere Amanitopsis), Armillaria mellea, Clitocybe nebularis, Lepista nuda, Russula olivacea, (e verosimilmente altre congeneri del medesimo gruppo), i Boletus del gruppo del luridus, le Morchelle, le Helvella, le Peziza, etc.