Xerocomus rubellus

 

Cappello: diametro di 5,0-10,0 centimetri, poco carnoso, da emisferico a convesso, poi pulvinato-appianato; orlo inizialmente involuto, presto disteso, con andamento ondulato negli adulti; cuticola vellutata nel giovane, asciutta, talvolta screpolata in areole a tempo secco, di colore estremamente variabile: su tonalità rosso sangue negli esemplari tipici (cresciuti tra Graminacee), ma anche rosso-bruno, bruno, rosso-rosa, rosa, arancio laterizio, ocraceo, grigio rossastro, grigio-oliva, tendente al pallido.

Tuboli: fino a 15 mm di lunghezza, depressi e quasi liberi al gambo, gialli, poi giallo-verdi, infine olivastri, lentamente blu al taglio; pori dello stesso colore dei tubuli, da piccoli rotondi, presto aperti, poi ampi e angolosi, lentamente blu al tocco.

Gambo: di lunghezza fino a 8,0 centimetri per 2,0 cm di diametro, cilindraceo, talvolta anche corto, tozzo, con base attenuata; generalmente giallo nella parte alta e rosa o rosso verso il basso, talora anche interamente rosso o giallo, ricoperto da una fine punteggiatura o longitudinalmente striato, occasionalmente con abbozzo di reticolo.

Carne: soda e compatta nel giovane, presto molle nel cappello e fibrosa nel gambo, di colore giallo, alla base del gambo con punteggiature rosso vermiglio, carota, corallo, più o meno estese; lentamente virante al blu al taglio in modo non intenso; odore gradevole; sapore dolce. 

Habitat: In luoghi antropizzati, tra l’erba al margine dei boschi, oppure ruderale, generalmente termofilo, associato prevalentemene a Tilia, Quercus ma anche a numerose altre essenze, forse saprofita; dalla tarda primavera al primo autunno.

 

Commestibilità: commestibile quando giovane, poi da scartare per la consistenza.