Russula violeipes

 

Cappello: 5-10 cm di diametro, subgloboso, poi convesso, infine appianato-depresso. Cuticola difficilmente separabile (solo per 1/3), liscia, brillante, vellutata al margine, di colorazione molto variabile che va dal giallo-verde fino al porpora-violaceo, completa-mente giallo-limone nella forma citrina. Mar-gine sottile, regolare, non solcato.

Lamelle: Fitte, subdecorrenti, talvolta forcate, lardacee in gioventù poi più friabili, di colore che va dal bianco al crema.

Gambo: Sodo, lungo, cilindrico, attenuato alla base, liscio, asciutto, bianco, a maturità sfumato di viola, tutto bianco nella forma citrina.

Carne: Bianca, dura, compatta.

Spore: subglobose, crestato-reticolate, con verruche rade, di colore crema in massa.

Habitat: Non molto comune, preferisce i boschi di latifoglie, ma lo si trova anche sotto conifere. La forma citrina è più comune della specie tipo.

 

Commestibilità: Mediocre, di poco pregio. Discreta negli esemplari più giovani che presentano una carne più compatta ed un odore di pesce poco marcato.