Russula torulosa

 

 

Cappello: 5-10 cm di diametro, prima irregolarmente convesso, poi spianato e depresso al centro. Cuticola rossa vinaccia, rosso bruno tendente al violaceo, più scura, quasi nerastra al centro, umida, viscosa, brillante, poi asciutta, sottile, poco separabile dal cappello. Margine prima involuto, poi dritto e ottuso, rigido, irregolare a maturità, spesso spaccato.

Lamelle: biancastre, poi bianco crema quasi ocra, mediamente fitte, spesse, ottuse, abbastanza fragili, forcate al gambo, intercalate da numerose lamellule, attenuate al gambo o un po' decorrenti.

Gambo: 2-6 cm, cilindrico o leggermente clavato, svasato verso il cappello, pieno, asciutto, rugoloso, di colore rosa violetto, bianco alla base, coperto da una fugace pruina bianca.

Carne: abbondante, compatta, soda, gessosa, bianca, rosseggiante sotto la cuticola del cappello. Odore fruttato, gradevole, di mela cotta. Sapore piccante.

Spore: ovoidali, ialine, con piccole verruche irregolari, leggermente crestate, confluenti in un reticolo irregolare, color crema-scuro in massa.

Habitat: in gruppi anche molto numerosi, sotto aghifoglie, in tarda estate-autunno. Reperibile anche nelle pinete urbane, anche in gruppi numerosi.

Commestibilità: Non commestibile, provoca sindrome gastroenterica incostante.