Phellodon niger

 

Cappello: poco distinto, irregolarmente tondeggiante, ovoidale, in alcuni casi subreniforme, depresso al centro, con superficie più o meno feltrata e munita di squamette ispide, specialmente nella zona centrale; di colore nero profondo, con riflessi blu corvino, zonata concentri-camente da tratti bruni. Orlo sottile, più o meno striato, più chiaro.

Imenoforo: composto da aculei decorrenti, lunghi fino a 0,3-0,4 cm, all’inizio grigio-bluastri, poi grigio-bruni.

Gambo: con diametro di circa 2,0-2,5 cm, centrale o eccentrico, irregolarmente cilindrico, con base attenuata o ingrossata, feltrato, nero.

Carne: più o meno compatta e tenace, specialmente verso il centro (a struttura ifale monomitica), nerastra con zone brune, emana un odore di liquirizia e di cicoria  torrefatta.

Habitat: Cresce in estate-autunno sul terreno dei boschi di conifere o misti, solitario o in piccoli gruppi; specie non diffusa.

 

Commestibilità: non commestibile.