Lycoperdon mammiforme

 

Carpoforo: 2-4 x 3-5 cm, rotondeggiante o a forma di pera capovolta, con un piccolo gambo più o meno pronunciato; spesso presente alla sommità una piccola prominenza ottusa. Superficie esterna inizialmente intera, bianca e fioccosa, tendente in seguito a dissociarsi lasciando intravedere il peridio sottostante, leggermente più colorato, il fungo adulto rimane quindi decorato da dei lembi fioccosi bianchi evanescenti. A completa maturazione il peridio si fora alla sommità e il fungo, se compresso, emette degli sbuffi di polvere sporale bruno-verdastra.

Gleba: soffice, bianca, spugnosa, con profumo caratteristico, gradevole; in seguito diviene prima giallastra, poi verdastra, tendendo a liquefarsi in qualche parte per dissolversi infine in una finissima polvere.

Habitat: abbastanza raro, in boschi o anche in zone erbose; estate-autunno.

 

Commestibilità: commestibile da giovane, quando la gleba è bianca.