Lepista panaeola

Specie dal portamento robusto e dalle colorazioni pileiche su tonalità grigio-bruno, cuticola decorata da una sorta di guttule più scure, di norma verso il margine ed in modo concentrico. Microscopicamente si distingue per le spore con verruche evidenti. La sporata è di colore bruno-rosata.

Cappello: largo 4/12 cm inizialmente convesso, poi appianato, depresso, margine inizialmente involuto, poi disteso, solitario ed anche cespitoso; cuticola grigio/brunastra non uniforme,  con presenza di guttule più scure. 

Lamelle: concolori al cappello, con tendenza ad imbrunire con l’età; abbastanza fitte, alte, sottili, leggermente decorrenti. 

Gambo: lungo 6/10 cm cilindrico, grosso, pieno, fibroso, un po’ ingrossato alla base un poco più chiaro del cappello. 

Carne: tenera, beige.

Odore: farinoso. 

Saporedolciastro. 

Spore: bruno / rosate in massa. 

Commestibilitàcommestibile, anche se di qualità non eccelse; dopo adeguata cottura. 

Habitat: fungo saprofita che cresce nei terreni ricchi di humus sia nei boschi di latifoglie che di conifere. Comparsa dal tardo autunno al primo inverno.