Leccinum lepidum -  Porcinello lepido

 

Cappello: fino a cm15. da emisferico a piano convesso, la superficie risulta irregolare con un tipico aspetto "martellato" a fossette, la cuticola è liscia, di aspetto vellutato a tempo secco, ma con la pioggia o l'umidità appare viscosa, appiccicosa come oleosa. In queste ultime condizioni è facilmente asportabile. Il colore varia da un bruno-chiaro con sfumature giallastre ad un bruno decisamente più scuro con il margine sempre chiaro, giallastro.

Imenoforo: a tubuli lunghi attenuati verso il gambo,

Pori: giallo-vivo, verdastro-bruni a maturità.

Gambo: 6-15 x 1,5-3 cm. clavi-forme attenuato alla base spesso poco sinuoso negli esemplari più alti; giallo cosparso da fini scaglie triangolari, tipiche del genere, concolori o leggermente annerenti al tocco o negli esemplari molto maturi.

Carne: giallastra, fibrosa quella del gambo, virante al rosa-rosso-lilacino lentamente (dopo molto tempo grigio-scuro).

Spore: olivastre in massa.

Commestibilità: di "medio-pregio", il gambo, come in tutti i Leccinum (porcinelli), va scartato interamente, si consigliano negli esemplari molto maturi e viscosi di eliminare la cuticola.