Cortinarius anserinus

 

Cappello: Da 1 a 30 cm di diametro, colori sbiaditi o molto vivaci, totalmente o parzialmente vischioso o completamente asciutto.

Lamelle: Di solito smarginato-uncinate, variamente e vivamente colorate, eccezionalmente bianche i esemplari giovani, tendenti all'ocra-ruggine negli esemplari maturi..

Gambo: Non facilmente staccabile dal cappello, di forma variabile, privo di anello e volva, munito di cortina glutinosa o filamentosa che unisce l'orlo del cappello con la base del gambo negli esemplari giovani, e che poi resta rappreso sul gambo in maniera più o meno evidente.

Carne: Fragile esigua o compatta e soda, immutabile, odore molto variabile, spesso rafanoide, talvolta molto complesso e di difficile interpretazione, altre volte fruttato, sapore spesso trascurabile o rafanoide, delle volte dolce; in alcuni casi cattivo, amaro.

Habitat: I Cortinari sono funghi terricoli o in qualche caso sporadico pseudo-lignicoli, probabilmente tutti simbionti.

Commestibilità: senza interesse.