Amanita rubescens - Tignosa vinata

Cappello: 6-18 cm, quasi sferico, poi convesso-spianato, umido, liscio. Orlo un po' striato con una frangia residuo del velo parziale. Colore bianco-candido, leggermente grigiastro al centro, con la superficie cosparsa di verruche piramidali tronche, grigie.

Lamelle: fitte, dapprima appressate, poi libere al gambo, bianche.

Gambo: 6-25 X 1,5-3,5 cm, pieno, massiccio, bianco, coperto, specialmente nel fungo giovane, da squame fioccose e farinose a consistenza cremosa. La base è bulbosa, scagliosa, con la volva aderente, caduca, farinosa. L'anello è fioccoso, fugace, striato all'esterno, bianco.

Carne: bianca, tenera, di sapore gradevole, di debole odore.

Spore: bianche, ellittiche.

Habitat: nei prati, in terreno calcareo, nei boschi submontani. Raro. Estate.

Commestibilità: Privo di interesse alimentare.

Può provocare sindrome gastroenterica - (tossicità termolabile