Agrocybe aegerita -  Pioppino, fungo di San Giorgio

 

Cappello: 3-15 cm, inizialmente emisferico, presto piano-convesso con margine sottile, prima involuto poi regolare. Cuticola secca, opaca, liscia o grinzosa, screpolata col secco, di colore variabile, bianco-grigiastro, ocra-nocciola, fino a bruno scuro, col disco più scuro e margine chiaro.

Lamelle: lamelle fitte, da adnate a sub-decorrenti, con lamellule, biancastre, grigio-ocra, poi bruno-nocciola, infine color tabacco.

Gambo: 6-14 x 1-3 cm, cilindrico, slanciato o tozzo, pieno, tenace, fibrilloso-squamuloso in superficie, bianco poi ocra brunastro.

Anello: ampio e membranoso, alto, persistente, bianco.

Carne: soda, elastica, fibrosa nel gambo, bianca immutabile, odore e sapore fungino gradevole.

Habitat: cresce cespuglioso dalla primavera all'autunno inoltrato, per più volte all'anno, anche mensilmente, su residui legnosi o ceppaie di alberi vivi o morti, con preferenza di pioppi, salici, olmi, ontani.

Spore: bruno scure in massa, ellittiche, lisce, 9-10 x 5-6 µm. Basidi tetrasporici.

Commestibilità: Ottimo Commestibile.