Agaricus silvicola – Prataiolo dei boschi

 

L’Agaricus silvicola è un fungo commestibile piuttosto apprezzato. Non molto diffuso, deve il suo nome al suo habitat “forestale” e non “praticolo.

Cappello: Fino a 12 cm di larghezza, a volte tuttavia raggiunge dimensioni di poco maggiori; inizialmente chiuso, poi si apre e diventa emisferico, infine piano-convesso. Di colore bianco, liscio, fibrilloso. Spesso presenta macchie giallastre qua e là, virante al giallo se sfregato.

Lamelle: Piuttosto fitte, fragili, libere. Dapprima bianche, poi rosa candido, infine brune e nerastre per via della sporata.

Gambo: sottile, cilindrico, slanciato, curvo, con bulbo marginato; aspetto liscio e serico, si macchia di giallo al tocco; ornato nella parte alta da ampio anello supero e denticolato.

Carne: Fragile, di colore bianco. Con tonalità rosso chiaro in prossimità del gambo. Odore di anice o mandorlato; a volte più aromatico, come di "noce". Più forte se il carpoforo viene strofinato energicamente. Sapore grato, dolce ed aromatico.

Habitat: Fruttifica in autunno e primavera, indifferentemente in boschi di latifoglie o conifere, su terreni ricchi di humus, in pochi esemplari alla volta.

Commestibilità: Ottima. Può essere consumato anche crudo.